Pesce d’Aprile

Fin da bambini, ogni anno quando arriva il primo d’aprile si fa volare la fantasia per ideare uno scherzo da fare ai propri amici, familiari o conoscenti.

Si ricordano scherzi memorabili che hanno coinvolto anche paesi interi.

Dall’avvento del Web 2.0 anche la rete è stata oggetto di burle di ogni tipo, dalle solite bufale su invasioni di extraterrestri, a falsi virus inviati attraverso le mail.

Quest’anno, tra i diversi scherzi perpetrati da aziende che operano sulla rete mi è piaciuto in particolare la beffa di Google che ha simulato il lancio di una versione beta di una Gmail controllata completamente con il linguaggio del corpo.

Uno spasso, guardate il video di presentazione:

http://mail.google.com/mail/help/motion.html