Inizia il Ramadan

Quest’anno il Ramadan inizia il 20 di luglio. Questo periodo rituale della religione islamica, che ogni anno si sposta di undici giorni, dipende dal calendario Hijri che si basa sul ciclo lunare. Il Ramadan è il nono e più sacro mese del calendario islamico.

Per chi intrattiene rapporti di affari o vorrebbe iniziare ad operare nei mercati del mondo arabo, è molto importante conoscere questo momento di vita dei musulmani.

In questo periodo, che dura 29 o 30 giorni a seconda degli anni, tutti i musulmani sani non possono mangiare, bere, fumare e impegnarsi in diverse altre attività dalle prime ore del mattino, quando il sole inizia a salire (Fajr) fino alla sera quando, dopo il tramonto (Maghrib) la vita ritorna alla normalità.

In pratica la vita e le attività lavorative vengono rallentate, a seconda del paese, dalle 4.30 del mattino alle 18.30 della sera.

Secondo i principi religiosi dettati dal Corano, questo è considerato un periodo di formazione per imparare ad essere misericordiosi, gentili e, soprattutto, per imparare a mantenere comportamenti etici anche dopo questo mese, nel corso di tutto l’anno.

Chi opera con i paesi arabi deve sapere che in questo periodo le attività possono avere qualche slittamento, ma normalmente le aziende e gli uffici sono comunque aperti, anche se in orari diversi dagli altri mesi. A seconda dei paesi gli uffici osservano un orario unico che può andare dalle 9 del mattino alle 15 o le 16 nel pomeriggio, oppure rompersi in due periodi, uno dalle 8 alle 12 seguito da uno dalle 18 alle 22.

In questi anni, che il Ramadan cade nei mesi estivi, si accavalla anche con i periodi feriali, soprattutto degli stranieri che lavorano nei paesi del Golfo. Non va sottovalutato, poi, il problema dei fumatori che diventano nervosi e talvolta irascibili ed intrattabili nelle ore del giorno.

Pertanto in questo mese sarà necessario portare molta pazienza, gli affari si rallenteranno e le risposte saranno molto lente. Per un imprenditore occidentale questo può essere visto come un grave problema, ma la ritualità va rispettata per mantenere delle buone relazioni con Clienti e partner.

Per quanto riguarda l’Arabia Saudita, il principe Ahmad bin Abdulaziz ha invitato gli stranieri residenti nel paese a rispettare il sacro rito, pena l’espulsone dal paese.

A loro ha proibito di mangiare, bere e fumare in pubblico, dall’alba al tramonto, durante tutti il mese del Ramadan. Secondo il ministro gli stranieri sono invitati a “Mostrare considerazione per i sentimenti dei musulmani” e “preservare i sacri rituali islamici”.

 

 

 

 

Consulenza organizzazione aziendale, consulenza aziendale, consulenza marketing, comunicazione, internazionalizzazione imprese, consulenza web marketing, fvg, friuli venezia giulia, udine, gorizia, trieste, pordenone, veneto, treviso, venezia, padova, vicenza, verona