Verso il boom delle economie emergenti

paesi-emergentiSecondo una ricerca Pricewaterhouse Coopers entro il 2050 i paesi E7, ovvero i paesi attualmente considerati emergenti, cresceranno più di quelli del G7.

Lo studio cerca di immaginare il mondo, dal punto di vista dei rapporti economici, nel 2050. Il risultato tangibile è che le imprese interessate all’internazionalizzazione o allo sbocco in nuovi mercati devono guardare ai paesi emergenti.

E7 è una delle ultime sigle coniate per definire gli scenari dell’economia globale e rappresenta i seguenti paesi: Cina, India, Brasile e Russia, i paesi del BRIC che sono attualmente le quattro economie emergenti, oltre a Indonesia, Messico e Turchia. Il loro potenziale di crescita nei prossimi decenni è decisamente superiore a quello delle sette grandi economie del pianeta (G7): Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Canada.