Crackers di avena e ceci

Uno dei problemi che incorre uno come me che si mette in testa, in Quaresima, di provare a togliere dalla propria dieta il glutine, o comunque i prodotti del frumento è l’accorgersi quante cose non si possono fare senza una fetta di pane. Non che io sia celiaco, ma visto il gran parlare dei problemi che potrebbe dare il glutine nel lungo periodo anche ai non allergici, ho voluto vedere di testare su me stesso

In ogni caso, per diminuire l’infiammazione intestinale, si dice che ruotare il tipo di cibo non può che far bene e, quindi, ho deciso di eliminare, per questi quaranta giorni, tradizionalmente di sofferenza, quel pane che tanto mi piace.

Il problema, però, a parte la mia stupidità, per la quale però non c’è più rimedio, è che se si elimina il pane, con che cosa si mangiano un sacco di pietanze? E visto che stasera non c’era altro che stracchino con i piselli, ho pensato di inventarmi un cracker senza glutine, con le farine che avevo in casa.
I puristi diranno che sull’Avena il dibattito è aperto, ma per piacere, non girate il coltello nella piaga. Accettiamo la teoria che l’Avena non contiene glutine e facciamola finita, altrimenti stasera lo stracchino me lo sarei dovuto mangiare con il cucchiaino 😀

Se ti interessa la ricetta … 

Ingredienti:
130 g di farina di ceci
120 g di farina integrale di avena
50 g di olio extravergine di oliva
100 ml di acqua
5 gr di sale
spezie ed erbe aromatiche a piacimento (io ho messo foglioline di rosmarino rubato nel giardino della mia vicina. Così il gusto è più buono)

Procedimento
In una ciotola mescolare le due farine.
Mettere l’acqua e l’olio nella ciotola dell’impastatrice e aggiungere le farine.
Impastare per una decina di minuti. Prima il composto sembra rimanere sbriciolato, ma non disperate, alla fine vedrete che si amalgama e si rapprende attorno alla foglia. Potete smettere di impastare quando tutto l’impasto si sarà staccato dal bordo.
Impastare poi qualche minuto a mano. Io ho fatto delle pieghe a tre. Non so se servano, ma nel dubbio, melius abundare …
Formare la classica palla di pasta, mettere in una pellicola trasparente e lasciare riposare per una trentina di minuti.
Intanto accendere il forno a 180°.
Tirare la pasta in sfoglie sottili, ma non troppo (io ho usato la sfogliatrice della mia Kitchenaid su livello 1).
Poi tagliare con la rotella dentellata, o con un coltello, formando dei rettangoli.
Adagiare i cracker su una teglia ricoperta di carta forno, spennellarli leggermente con acqua.
Infornarli e cuocere per circa 15 minuti (credo che dipenda molto dal forno). Comunque io sono andato a vista.
Non ho idea se si mantengano, perché alla sera li ho finiti.