Cottura ideale delle uova

Il tuorlo è si ricco di colesterolo, ma contiene anche lecitina, molecola che ne ostacola il deposito sulle pareti delle arterie. Questa sostanza però è termolabile, si distrugge cioè con la cottura. Ecco perché è preferibile cucinare le uova per breve tempo, magari solo per qualche minuto o sottoforma di omelette morbida. L’uovo sodo per esempio, non ha più una minima quantità di lecitina.
Inoltre il perfetto equilibrio di grassi, proteine e vitamine dell’uovo è tale da non aggravare nessuna funzione organica.
Attenzione solo a chi ha calcoli alla colecisti: meglio evitare.
Le uova strapazzate inoltre risultano più digeribili di quelle in tegamino, in quanto la cottura rapida evita la denaturazione delle proteine. Quando si mangiano le uova strapazzate è sempre utile accompagnarle con della verdura; questa combinazione alimentare aumenta significativamente i nutrienti assorbiti dalle verdure in particolar modo i carotenoidi che agiscono come potenti antiossidanti contribuiscono proteggere contro il cancro, malattie cardiache oltre che preservare la vista.

Dott. Tamburini Fabrizio
Chimico
Farmacologo
Specializzato in Farmacia Ospedaliera
Specialista alimentazione e integrazione nello sport
Nutritionist Consultant ufficiale Fausto Coppi
Consulente Scientifico e Nutrizionale