Dieta Atkins

Con questa serie di post, vediamo di illustrare le caratteristiche delle diete più famose al mondo, cercando di individuare i pro e i contro di ognuna di esse.
Il principio su cui si basa la dieta Atkins è la chetogenesi, ossia il meccanismo che permette di ricavare energia da proteine e grassi, in carenza di carboidrati.

 

Questa dieta prevede 4 fasi:

  • approccio
  • perdita di peso
  • pre-mantenimento
  • mantenimento definitivo (per tutto il resto della vita)

Nella fase di approccio, che dura due settimane, possono essere consumati liberamente tutti gli alimenti fonti di grassi e proteine, mentre i carboidrati sono molto limitati.
Nelle fasi successive l’assunzione di carboidrati aumenta progressivamente.
L’obiettivo dell’aumento è soltanto quello di trovare la quantità di carboidrati che permette di mantenere il peso senza ingrassare. Viene incoraggiata la scelta istintiva dei cibi, ma se questo incide sul peso, è necessario ripartire dalle prime fasi.
Questa dieta, come tutte le diete a basso tenore di carboidrati, propone un piano alimentare molto distante dalle linee guida indicate dagli organismi internazionali, che vedono i carboidrati complessi alla base di un regime sano ed equilibrato.
Può essere utile in determinati casi e con certe patologie, ma deve essere applicata soltanto sotto controllo medico e per periodi di tempo limitati.
Si tratta di una dieta che, funzionando grazie al meccanismo indotto dalla chetosi, favorisce una veloce diminuzione di peso e questo può stimolare le persone a proseguire, ma in tutte le diete va considerato che la totale privazione di alimenti fonte di carboidrati può generare una sorta di effetto risarcitorio che può indurre, una volta finita la fase di perdita di peso, al consumo esagerato di carboidrati e zuccheri e quindi alla ripresa in breve tempo del peso perduto.
Si tratta di una dieta molto squilibrata tra i nutrienti e porta alla creazione di uno stile alimentare molto difficile da trasformare in alimentazione equilibrata e salutare.
Come altre diete, recentemente ha subito alcune modifiche e attorno si è creato un business dei preparati preconfezionati. Non mi stancherò mai di affermare che l’alimentazione sana deve prediligere prodotti freschi, possibilmente biologici e di cui riusciamo a rintracciare la filiera produttiva, e cucinati in casa.

Leggi qui tutte le altre diete