Dieta dissociata

Con questa serie di post, vediamo di illustrare le caratteristiche delle diete più famose al mondo, cercando di individuare i pro e i contro di ognuna di esse.
La dieta dissociata è stata creata dal dott. William Hay nella metà degli anni ’30 del secolo scorso ed è ancora oggi molto conosciuta e seguita in ogni parte del mondo.
Si basa sul concetto che alimenti con caratteristiche diverse non debbano essere consumati all’interno dello stesso pasto o nella stessa giornata. Questa regola è stata poi interpretata in maniera diversa dalle infinite diete dissociate che sono state modificate e si sono susseguite nel tempo. Impossibile, pertanto, analizzare tutte le varianti, ma possiamo individuare dei concetti base univoci.
Nello stesso pasto è meglio mangiare una sola tipologia di cibo o consumare cibi appartenenti allo stesso gruppo alimentare. Proteine con proteine, carboidrati con carboidrati, grassi con grassi.
Non bisogna associare nello stesso pasto alimenti ricchi di proteine ad alimenti ricchi di carboidrati ed è necessario evitare di combinare tra loro alimenti proteici di diversa natura, come da esempio legumi e carne.
Non vanno mangiati assieme carboidrati complessi e zuccheri e l’introito calorico globale della giornata va suddiviso in due, massimo tre pastie non mangiare al di fuori di questi.
I dolci e la frutta devono essere mangiati da soli, lontano dai pasti.
Frutta e verdura devono essere consumate in abbondanza, mentre deve essere moderato il consumo di proteine.
Il consumo di carboidrati deve essere massimo durante i primi pasti della giornata e diminuire man mano che ci si avvicina alla sera, infatti, la cena, deve essere ricca di proteine e quasi del tutto priva di carboidrati.
Il pasto principale deve essere consumato tra le 13 e le 16 di pomeriggio. Questa dieta si basa su valide considerazioni scientifiche relative al processo digestivo. ma non sono sufficienti a decretare il successo della dieta dissociata. Secondo i detrattori di questo metodo, il nostro organismo, in condizioni di salute, è perfettamente in grado di tollerare l’associazione di diversi nutrienti e la dissociazione degli alimenti porta ad un rischio di sbilanciamento dei macronutrienti.
Forse è una dieta che potrebbe anche funzionare, ma che noia.

Leggi qui tutte le altre diete