Dieta GIFT

Con questa serie di post, vediamo di illustrare le caratteristiche delle diete più famose al mondo, cercando di individuare i pro e i contro di ognuna di esse.
Adesso arriviamo finalmente a metodologie alimentari valide e sostenibili.
Dieta GIFT, più che una dieta, nel senso che tutti danno a questo termine, è un regime alimentare e uno stile di vita, ideato dal Dott. Luca Speciani, basato sulle più recenti evidenze scientifiche, che si pone come obiettivo la salute, con il dimagrimento come naturale conseguenza del benessere ottenuto.
GIFT è un acronimo e significa Gradualità, Individualità, Flessibilità, Tono.
Il termine “gradualità” è molto importante, poiché non si tratta di un regime nutrizionale che promette i miracoli, ma attraverso l’applicazione costante dei suoi principi, permette una perdita di massa grassa a favore di una crescita di massa magra.
Questa dieta tiene in considerazione l’individualità di ognuno, e senza essere troppo rigidi, stimolando naturalmente il metabolismo, il tono e la capacità di rigenerazione dell’individuo, agevola il dimagrimento.
Il dimagrimento è la semplice conseguenza dell’applicazione di questi princìpi.
La Dieta GIFT introduce numerosi concetti importanti, dal rifiuto di contare le calorie, affidandosi alla finissima capacità di regolazione del nostro corpo una volta rispettate poche semplici indicazioni, al concetto dei segnali biologici.

Queste sono le indicazioni generali di Dieta GIFT:

  • Segnale biologico
  • Non si contano le calorie
  • Attivazione del metabolismo
  • Controllo dell’insulina
  • Cibi di qualità
  • Attività fisica
  • Microbiota sano

Segnale biologico
E’ ormai dimostrato da molte ricerche scientifiche mondiali, che l’ipotalamo riceve molti segnali dai vari distretti del corpo e, a seconda del segnale che riceve, mette il metabolismo in condizione di consumo o di riserva, questo indipendentemente dalla quantità calorica di cibo introdotto. Ad esempio, in condizioni di stress il corpo tende ad accumulare, perché l’organismo interpreta lo stress come un fattore di pericolo.
Una colazione sostanziosa è un segnale forte di abbondanza e mette l’organismo in modalità di consumo. Chi crede, riducendo le calorie della colazione, di dimagrire, ottiene l’effetto opposto.

Non si contano le calorie
Sempre sul principio del segnale biologico, introducendo nel nostro organismo alimenti naturali, riconoscibili dai nostri apparati digestivi, scateniamo delle risposte ormonali che ci indicano la sazietà. Al contrario, chi si ciba di alimenti industriali, elaborati, non riconoscibili dal nostro organismo, va incontro ad infiammazione e a ingrassamento, perché non esiste un segnale di sazietà.

Attivazione del metabolismo
Attraverso il movimento e la corretta alimentazione naturale, il metabolismo si attiva e il corpo si mette in modalità di consumo e non di riserva.

Controllo dell’insulina
Le strategie di Segnale di GIFT evitano il più possibile i picchi glicemici e insulinici, che portano all’ingrassamento e al diabete.

Cibi di qualità
Basta seguire le indicazioni di Dieta GIFT su come riconoscere i cibi più nocivi, come gli zuccheri e le farine raffinate.

Attività fisica
L’attività fisica, anche se graduale e adattata ai bisogni di ognuno, è una delle più potenti strategie di prevenzione e di cura.

Microbiota sano
La flora batterica intestinale ha un ruolo fondamentale nella nostra salute e la Dieta GIFT, attraverso l’eliminazione di cibi spazzatura e la rotazione dei gruppi alimentari,permette di prendersene cura e di avere un microbiota sano.

In definitiva più che una dieta, i principi Dieta GIFT mettono le basi per uno stile di vita sano e forniscono strumenti per ritrovare il proprio benessere psicofisico. Io, personalmente, lo sto seguendo da tre anni e devo dire che mi ha dato notevoli risultati.
Certo, spesso è difficile riuscire a perseguirla sempre, l’importante è vivere serenamente gli sgarri e rientrare velocemente nella corretta routine quotidiana. L’ho sempre detto: non si ingrassa tra Natale e Capodanno, si ingrassa tra Capodanno e Natale.

Leggi qui tutte le altre diete