Fit walking

Continuiamo con l’analisi di diverse attività, adeguate a chi riprende il movimento in età avanzata, dopo diversi anni di inattività fisica e, magari, in sovrappeso.
Oggi parliamo del Fit walking. Il termine inglese significa letteralmente “camminare per la forma fisica”. Non si tratta semplicemente di camminare, ma di camminare bene.

L’attività di fit walking sta proprio nella considerazione che non è sufficiente camminare per fare una passeggiata, un trekking o un tour culturale e turistico, ma è necessario camminare bene, ossia camminare osservando una corretta meccanica del movimento.
Una tecnica semplice ma indispensabile per trasformare il normale camminare in forma sportiva ed adatta a tutti.

Il fit walking è idoneo per chi, senza porsi particolari obiettivi, desidera semplicemente mantenersi in buona salute, camminando a passo sostenuto all’aria aperta. Il segreto è farlo per almeno un’ora ogni giorno. Gli effetti positivi sono molti: è un ottimo allenamento per l’apparato cardiorespiratorio, aumenta la densità ossea e la resistenza, favorisce il ritorno venoso e tonifica i muscoli, soprattutto degli arti inferiori ed è molto efficace per perdere peso, o meglio, per perdere massa grassa. Soprattutto è molto importante per perdere i primi chilogrammi per riuscire a portarsi ad un peso tale da non influire più pesantemente sulle articolazioni.
Troppe persone in sovrappeso, per dimagrire, iniziano a correre, che è l’attività più impattante di tutte sulle articolazioni degli arti inferiori, con conseguenti inevitabili problemi fisici, che possono poi far perdere la volontà di continuare a fare movimento salutare.