Ricomincia la scuola … della vita

Buongiorno “ragazzi”
Siamo in ottobre, ai nostri tempi avevamo iniziato la scuola da qualche giorno e ritrovavamo tutti gli amici che avevamo lasciato a giugno. Era un bel momento, che aspettavamo frementi già da fine agosto, quando i nostri genitori ritornavano al lavoro dalle ferie (vi ricordate? negli anni ’70, l’Italia si fermava dal primo al 31 agosto).
Le vacanze estive erano lunghissime, oltre tre mesi e mezzo, e molto spesso gli amici di scuola, che poi erano anche gli amici della vita, erano via con i loro genitori e noi trascorrevamo lunghissimi pomeriggi di noia totale, aggravata dalla calura estiva che non mitigavamo con il climatizzatore, per il semplice motivo che non esisteva ancora.
Ho trovato l’immagine di un vecchio sussidiario che con le sue figure scandiva la nostra vita nelle varie stagione dell’anno scolastico.
In ottobre iniziavano a cadere le foglie, la temperature si abbassavano un po’, tanto da farci tirare fuori dall’armadio i maglioncini, mentre i pantaloni, per i ragazzi rimanevano corti per tutto l’anno.
Erano momenti di preghiere di sogni e di promesse. Iniziava l’anno scolastico, ma in effetti iniziava un altro anno della vita. Eravamo un anno più grandi.
Per me ancora oggi l’anno non inizia il primo di gennaio, ma il primo di settembre, quando ricomincio l’anno lavorativo, e l’ultima domenica delle ferie serve a pianificare le attività, a gettare, come usano dire i miei figli, i lastroni sulla strada dell’Inferno.
Sono i momenti delle promesse a se stessi. Chi vuole iniziare una dieta, chi pianifica di ricominciare a correre, chi ri-arreda le stanze della casa, chi rispolvera i libri di cucina per trovare nuove ricette da provare con i frutti che anche l’autunno ci regala.
Io sto pianificando i miei allenamenti invernali in vista dei programmi sportivi della prossima primavera (programmi rigorosamente segreti) e sto rinvigorendo la Pasta Madre in vista dei grandi lievitati, in particolare il Panettone, con il quale anche quest’anno voglio riprovare a cimentarmi.
Scrivete anche voi qui sotto quali sono i vostri piani e vediamo assieme che cosa possiamo programmare per passare assieme un bellissimo inverno, fatto di attività sportiva e di no-stress.